Ultimi post

L’umanità di Firewatch
Narrativa

L’umanità di Firewatch 

Questo articolo riflette sulle tematiche di Firewatch. Contiene spoiler, per cui vi consiglio di leggerlo solo dopo aver completato il gioco.

Se c’è una cosa che le persone amano dei videogiochi, quello è il totale escapismo che possono garantire: ti consentono di essere un’altra persona, non importa se un soldato d’élite, un eroe, un fuorilegge, una spia, un drago o magari un ammazza-draghi, va bene tutto. Finché il gioco non arriva alla sua conclusione, sarai qualcun altro, lontanissimo dalla tua vita reale.
Ebbene, Firewatch non fa niente di tutto questo. E non vuole farlo.

firewatch

Firewatch è un videogioco sull’essere umani, e nient’altro. Per quanto semplice possa sembrare, questo concetto ha consentito al team di Campo Santo di farti sentire completamente coinvolto nella vita di Henry. Esattamente: la vita di Henry, non la tua. Nel corso del gioco, sentirai per tutto il tempo di essere Henry, ma non lo sarai. Piuttosto, sarai con Henry, che è parecchio diverso.

Ti ritroverai nella torre nel bel mezzo della natura selvaggia del Wyoming, tutto solo con te stesso, a passare il tuo tempo con Henry e con la sua fuga dalla vita di tutti i giorni — dai fallimenti, di tutti i giorni. Dalla malattia di sua moglie che ha spazzato via tutti i loro progetti, tutti i loro sogni. Tutto ciò che gli rimane, è quella torre da guardia bosco, insieme ad un’estate da trascorrere in cerca di nuova forza per affrontare la vita.

l'umanità di firewatch

All’inizio, sembra tutto pacifico: con voi ci sarà anche una donna — o, per meglio dire, lei si trova in un’altra torre. I dialoghi tra lei ed Henry sono eccellenti e davvero ben scritti, al punto che comincerete a conoscerla, parola dopo parola, anche se non la incontrerete mai. A breve inizierete ad identificarla con la vostra radio, come se fosse davvero nel walkie talkie che vi accompagna, che vi consente di sentire la sua voce, di parlarle — di non essere soli. “C’è qualcosa che non quadra? Meglio dirlo a lei. Ho notato qualcosa! Dovrei dirlo a Dalilah!”
Vi farà sentire sicuri e passerete gran parte del tempo a cercare di contattarla, a cercare il suo appoggio.

firewatch

Related posts

Lascia un commento

Required fields are marked *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi